Shop

Poggio spino

Poggio spino

Gradazione alcolica: 13,50%
Uvaggio: Sangiovese 90%, Colorino 10%

 

 

Vinificazione:

Raccolte a mano in cassette, fermentazione alcolica in

acciaio, fermentazione malolattica parte in acciaio parte in

barriques di secondo passaggio. Affinamento 50% acciaio,

50% barriques di secondo passaggio per 5-6 mesi, riposo

in bottiglia per 2-3 mesi.

 

 

Caratteristiche organolettiche:

Rosso rubino intenso, profuma di ribes rosso, ciliegia,

melograno e lievi tocchi di spezie e sottobosco. Buona la

struttura complessiva, con tannino in evidenza e bella

sinergia tra freschezza e sensazione pseudoalcolica.

SKU: poggio-spino-rosso Category: Tag:

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Gradazione alcolica:

13,50%

Uvaggio:

Sangiovese 90%
Colorino 10%

Abbinamenti


Ricetta
Cannelloni al sugo di tartufo nero e spugnole

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di farina “00”
  • 120 gr di tuorli
  • 10 n di spugnole ammollate
  • 40 gr di scalogno
  • 50 gr di burro
  • 50 gr di acqua di tartufo
  • 50 gr di Porto bianco
  • 100 gr di fondo bianco di pollo
  • 500 gr di cavolfiore 
  • 60 gr di ricotta salata
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b

Se volete stupire i vostri ospiti con un piatto da veri gourmet questa è la ricetta che fa al caso vostro!

Cannelloni con salsa al tartufo nero e spungnole è un primo piatto che ben si presta alla struttura intensa e profumata del Poggio Spino DOCG 2017, un vino corposo dai tocchi speziati. 

Tempi di preparazione e cottura: 60 min

Difficoltà: media

Procedimento

1) Preparate la pasta all’uovo con tuorli e farina e dopo averla fatta riposare, sfogliatela finemente. Sbollentatela in acqua salata e fatela raffreddare velocemente in acqua fredda tamponandola con un panno asciutto. Tagliate la pasta in rettangoli di 5×8 centimetri circa.

2) In una casseruola, fate rosolare lo scalogno con una parte di burro; aggiungete poi le spugnole tagliate finemente e fate tostare bene. Sfumate con il Porto bianco e aggiungete il fondo bianco di pollo per poi ridurre il tutto. Emulsionate con acqua di tartufo ed una noce di burro fresco, regolando di sapore a fine cottura.

3) Nel frattempo preparate il ripieno dei vostri cannelloni. Lavate i cavolfiori e metterli in una casseruola coperti da carta da forno, con un filo d’olio extravergine e un pizzico di sale. Dopo averli stufati lentamente, schiacciateli con una forchetta e aggiungete la ricotta salata.

4) Fate cuocere i cannelloni a vapore e guarniteli con lamelle di cavolfiore tagliato finemente. Ultimate il vostro piatto con con gocce d’olio evo e sale a scaglie.