Shop

Chardonnay

Chardonnay

Gradazione alcolica: 13,50%
Uvaggio: Chardonnay 100%

 

Vinificazione:

Raccolte a mano in cassette, le uve appena arrivate in cantina vengono pressate sofficemente. Il mosto fiore così ottenuto viene decantato staticamente a freddo per almeno 24 ore. Il mosto viene sottoposto ad una lenta fermentazione in vasche di acciaio inox a temperatura rigidamente controllata (12/14 °C ) che si protrae per circa 15-20 giorni. La maturazione prosegue 80% in acciaio dove ha luogo anche una lunga serie di battonage e 20% Barriques allo scopo di ottenere un vino complesso, strutturato e delicatamente profumato.

 

Caratteristiche organolettiche:

Giallo paglierino luminoso. Olfatto declinato su richiami di frutta esotica (ananas in primis) mela golden, lieve mentolato e cenni di rosa bianca e gardenia. Dinamico al palato, con un piacevolissimo equilibrio dettato da freschezza e sapidità da un lato e tenore alcolico dall’altro. Chiusura ammandorlata e fresca capace di rinforzare il finale di bocca.

SKU: chardonnay-bianco Category: Tag:

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Gradazione alcolica:

13,50%

Uvaggio:

Chardonnay 100%

Abbinamenti

Ricetta
Sarde fritte in saor

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr cipolle rosse di tropea
  • 40 gr di zucchero di canna
  • 60 gr di aceto di lamponi 
  • 30 gr di pinoli
  • 30 gr di uvetta
  • Sale q.b.
  • 16 sarde medie
  • 2 albumi d’uovo
  • 100 gr di pane panko
  • Olio di arachidi per friggere
  • Menta fresca per guarnire

Le sarde in saor sono un piatto tipico della cucina veneziana, spesso servito come spuntino nei bacari. Questa ricetta ben si coniuga con la freschezza e la sapidità del nostro Chardonnay 100% IGT Toscana. La componente oleosa della frittura viene stemperata dal corpo alcolico del vino esaltandone il sapore. La nota agrodolce ne richiama i profumi donando una sensazione di piacevolezza al palato.

  

Tempi di preparazione: 30 min

Cottura: 10 min

Difficoltà: facile

Procedimento

  1. Per il saor

Tagliate finemente le cipolle rosse e fatele stufare con un filo di olio evo e lo zucchero di canna. Sfumate le cipolle con aceto di lamponi e continuare la cottura per altri 2 minuti. Aggiustate di sale ed aggiungete pinoli ed uvetta.

  1. Per le sarde fritte

Pulite le sarde privandole della spina centrale ed apritele a libretto tenendole unite dalla coda. Passatele poi nel bianco d’uovo ed impanatele nel pane panko. Infine, friggetele in abbondante olio di arachidi alla temperatura di 180 °C, fino a che non saranno belle dorate. Tamponate le sarde con della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e salare leggermente prima di servirle.

  1. Sistemate i filetti ben caldi in un piatto aggiungendo la salsa saor e decorate con della menta fresca. Voilà, il piatto è pronto!